Casapound Italia mi ha invitata a partecipare ad un tavolo sui diritti civili. E io ho accettato con piacere.

Casapound Italia mi ha invitata a partecipare ad un tavolo sui diritti civili. E io ho accettato con piacere.

 

 

 

 

 

GAY: CASAPOUND INVITA CONCIA (PD) AL TAVOLO, IL 30 LA PRIMA RIUNIONE

Roma, 25 set. - (Adnkronos) - "Spente le fiaccole, resta la nebbia fumosa dell'ambiguita' e dell'ipocrisia dei finti tolleranti.
Alla luce del sole, invece, la proposta di Casapound Italia di un tavolo di confronto propositivo, al quale invitiamo Paola Concia, unico politico che in materia alle chiacchiere ha preferito i fatti".
Lo afferma in una nota Massimo Carletti, di Casapound Italia.In particolare, l'associazione presieduta da Gianluca Iannone invita la relatrice della legge contro gli atti persecutori e contro la discriminazione e la violenza determinate dall'orientamento sessuale o dall'identita' di genere a partecipare al tavolo che 'vedra' la luce presso Casapound mercoledi' 30 settembre'. Un invito, prosegue Carletti, 'esteso a tutte quelle componenti che attivamente s'impegnano nella lotta per i diritti civili, senza alcuna pregiudiziale di carattere politico ed ideologico'.'Nel confronto, Casapound Italia illustrera' le sue posizioni, cosi' come esplicate nel programma ben visibile da tempo sul sito ufficiale dell'associazione. Ci aspettiamo - conclude Carletti - una partecipazione fattiva e propositiva di quanti, nel mondo GLBT stanchi di parole senza seguito e falsa solidarieta' di facciata, vogliano lanciare un segnale di discontinuita' con l'inconcludenza della solidarieta' a gettone".

 

GAY: CONCIA (PD), ACCETTO CON PIACERE INVITO A TAVOLO CASAPOUND

Roma, 25 set. - (Adnkronos) - "Accetto con piacere l'invito di Casapound Italia a partecipare ad un tavolo di confronto sui diritti civili". E' quanto dichiara la deputata Pd Anna Paola Concia, relatrice del progetto di legge contro l'omofobia."Non sono la prima di uno schieramento politico opposto che Casapound Italia invita e anche se sono molte le cose che ci dividono - abbiamo infatti storie e culture politiche diverse - i diritti civili e quindi i diritti degli omosessuali non sono, come ripeto da sempre, ne' di destra ne' di sinistra ma debbono essere patrimonio di un paese intero, cosi' come accade in altre nazioni d'Europa. Aprirsi al dialogo e' fondamentale - prosegue Concia - per chi, come me, lotta contro ogni forma di discriminazione e mi fa piacere che Casapound Italia non abbia alcun pregiudizio nei miei confronti'.'Per costruire un paese migliore ci vogliono una sinistra e una destra migliori - conclude Concia - quindi saro' senz'altro il 30 settembre a Casapound Italia per discutere e ragionare con loro".

Paola Concia

Paola Concia

Abruzzese di nascita, mi sono laureata presso La Facoltà di Scienze Motorie de L'Aquila. Il mio impegno in politica ha avuto inizio negli anni ottanta nel Partito Comunista Italiano, poi nei Democratici di Sinistra e in seguito nel Pd, di cui attualmente sono membro della Direzione Nazionale.

Chiudi